fbpx
lorsoghiotto@gmail.com

Scorze di arancia candite

L’orsetta Polly consiglia

L’impegno c’è ma la soddisfazione finale ripaga ampiamente! Si preparano per un tè speciale con le amiche, per decorare un’altro dolce o per servirle semplicemente dopo cena come chicca finale. Lasciano sicuramente un sapore meraviglioso con la nota agrumata dell’arancia. Ho preferito, anziché lasciarle in un barattolo con il proprio sciroppo, spolverarle con lo zucchero semolato per renderle croccanti e da poter mangiare direttamente con le mani.

Baci Georgiana

Procedimento di preparazione 

  • lavare con molta cura le arance e sbucciarle con l’aiuto di un coltello. Tagliarle a strisce sottili possibilmente della stessa misura
  • metterle in un recipiente con l’acqua fredda per circa 24 ore avendo cura di cambiare l’acqua almeno 3 volte
  • trascorso il tempo necessario trasferire le scorze in un pentolino con acqua e farle bollire. Questo procedimento deve essere fatto per 3 volte, cambiando l’acqua e riportandola ad ebollizione. E’ necessario farlo per eliminare l’amaro della buccia dell’arancia

  • finalmente dopo tutto questo lungo processo possiamo passare alla canditura: versarle in un pentolino insieme allo zucchero e all’acqua
  • far bollire finché non si asciuga l’acqua lasciando il posto allo sciroppo. Le scorze devono risultare morbide (provate con la forchetta) e lucide
  • rotolarle subito nello zucchero semolato

  • il risultato finale è questo

  • distribuirle su carta forno e lasciarle ad asciugare a temperatura ambiente per qualche ora

L’orsetta Polly vi augura buon appetito! 🙂

Lascia un commento